Gruppi di tematiche

L'Italia si divide

...si divide...
28 aprile 2008 - Aldo Vincent

  biancaculo

L’ITALIA SI DIVIDE

Attacco talebano.

Dobbiamo rimanere in Afghanistan?

L’Italia si divide.

Minoli difende Saccà

L’Italia si divide.

Ichino non accetta

L’Italia si divide

Gas russo o Mar Caspio?

L’Italia si divide.

Tolleranza zero

L’Italia si divide.

Primo Maggio al lavoro

L’Italia si divide.

Riparte la “Tirrenica”

L’Italia si divide.

Basta cibo ai piccioni.

Venezia si divide.

Moda: accuse di razzismo

L’Italia si divide.

Venduta villa di Versace

Como si divide.

Rutelli Alemanno

Roma si divide.

Crisi alimentare e biocarburanti

L’Italia si divide

Le gabbie salariali

L’Italia si divide.

Prestito Alitalia

L’Italia si divide.

La Ferrari vince a mani basse

Forza Italia!

 

Non so voi, ma leggendo il giornale di oggi, ho l’impressione di aver imparato qualcosa...

 

 

 

Miriam Raffaella Bartolini

In arte Veronica Lario,

Basta che le scappi una scorreggina e la riportano tutti i giornali, come fosse depositaria di chissà quale Verità. Io l’ho vista solo un paio di volte ed ho avuto l’impressione che a pranzo e cena sedesse troppo vicina alla bottiglia del vino. Così mi permetto un suggerimento ai direttori di quei fogli che attendono il Verbo con orgasmo: quando il reporter vi consegna le dichiarazioni della signora, chiedetegli se esse sono esternazioni del mattino o del dopo pranzo/cena perchè è diverso lo spirito (capiscimi ammè).

 

Stavolta si lamenta della volgarità della nazione che deriverebbe dal Bagaglino. Oddio, non è che brillino di sapienza, ma perchè non si è chiesta se sia più di cattivo gusto recitare quelle indegne scenette od ospitarle in villa per rallegrare gli ospiti?

 

Dice che ormai questo paese considera le donne solo in senso orizzontale. Ma non fu suo marito ad uscire con quella espressione?

Boh

 

Appropò:

 

Niente in questa mano, niente in quest’altra...

Et voilà

È scomparsa l’immondizia da Napoli

(solo dai giornali, naturalmente)

 

  Mago Silvio

 

LA CELLULITE DI CROCCOLO

Non proprio la sua, naturalmente, ma quella che avrebbe avuto Marilyn a letto con lui.

Mah, quando passa tanto tempo, poi la memoria rischia di fare cilecca, ed io ero piccolo piccolo e le notizie di nera le davano giornaletti poco attendibili tipo Crimen e Cronaca Vera. Eppoi ero piccolo, ma piccolo...

Però chissà se mi confondo, ma in uno di questi giornaletti venne pubblicata la storia della sua carriera troncata da un brutto fatto di violenza su un minore...

Chissà, forse sono io che non ricordo bene, oppure quei giornaletti inattendibili.

E poi, ero tanto giovane. Tanto che mia madre mi metteva in guardia dai tipi come lui...

 

 

 

 

Aldo Vincent

GODERE CON LA LINGUA

Viaggio attraverso i neologismi dei nostri quotidiani

(Tu, invece, cos’avevi capito, porcellino?)

http://www.giornalismi.info/aldovincent

http://guide.dada.net/satira/

 

Le vignette sono qui:

http://www.flickr.com/photos/25769300@N06/

 

 

Una, nessuna, centomila Veroniche. Dopo essere stata bucolica, montessoriana, antitelevisiva, simpatizzante di Cacciari e pacifista generosa con Ferrara, indipendente e riservata, moglie amareggiata a grandi caratteri sulla prima pagina di Repubblica, sostenitrice di Veltroni e del nascente PD, l'ultima tendenza è quella neo-leghista... Aspettiamo di vederla in piazza con Grillo e alla testa del Gay Pride.

 

 

 

Powered by PhPeace 2.5.5