Gruppi di tematiche

Al ministero della famiglia, intanto...

forse ci va la Garfagna
19 aprile 2008 - Aldo Vincent

 

LA FAMIGLIA zerbino

Se ne va Rosy Bindi (illibata e soltera) dal ministero della famiglia e arriva la Garfagna (navigata ma sempre soltera).

Due donne che di famiglia, diciamocelo francamente, ci capiscono come il prete che parla di coito interrotto.

Perchè non metterci la Prestigiacomo che di famiglie ne ha due? (capiscimi ammè)?

 

 

Appropò

 

Casini e Fini inciuciano per Alemanno sindaco di Roma.

E perchè no?

Alemanno, salvo alcuni eccessi di casta, potrebbe fare bene, e poi Rutelli un poco di pane e cicoria, non gli farebbero certo male.

 

 

Sciupone l’africano

Prodi da NY sta ventilando l’idea di occuparsi dell’Africa.

Sai, queste idee sono un po’ come le scoregge: vanno ventilate.

Chissà perchè quando li trombano vogliono andare in Africa.

Veltroni, Pezzotta, ora il prode Prodi.

Credono che l’Africa sia quella che ci fanno vedere negli spot turistici.

O forse c’è un portafoglio gonfio con nuove risorse da sprecare.

Vallo a capire...

 

 

PAPARATZI E PRADA paparatzi

Due notizie accomunano questi due che già in passato si erano trovati legati da scarpette rosse.

La prima riguarda il pastore polacco. Molti articoli americani sul Papa vertono sulle sue mises.

Sul solco esatto del mandato di Cristo.

 

La seconda è una foto che sta girando per il Web con un poveretto che per fare salire Prada sull’aereo si è messo a mò di tappetino, proprio come faceva Taiani col Cavaliere (metaforicamente, s’intende).

La cosa strana è che la cosa l’ha mossa quel rompipalle di Feltri, sta girando all’impazzata sul Web, ma gli altri quotidiani, quelli che raccolgono la pubblicità Prada e non passa giorno che non ne descrivano le meraviglie in Borsa, NULLA.

Chissà come mai...

 

 

ANVEDI CHI C’E’...

Riciccia Cofferati!

Certo ricorderete tutti il percorso che andette dalla Gioiosa Macchina da Guerra di Occhetto, passette dalla Cosa e dopo ci facettero l’Ulivo che con asinelli e girotondi arrivettero al centro sinistra senza trattino in mezzo. Inventettero il triciclo che fiorette come Partito Riformista che sfocette in una federazione che poi diventette GAD che si chiamette Unione per arrivare a questo PD che finalmente è riuscito a cancellare i comunisti.

 

In tutto questo casino, gli unici risultati visibili ottenuti, sono le facce verdi dei dirigenti DS mentre parlava Moretti, Cofferati fatto fuori perchè riuscì a portare in piazza due milioni di lavoratori, ed il litigio tra D’Alema e Fassino che non riuscirono a mattersi d’accordo per guidare una coalizione che si presentasse alle elezioni, col bel risultato di riesumare il prode Prodi già precotto.

 

La questione, vista dalla mia parte è molto semplice: mandiamo a casa quei due democratici di D’Alema e Fassino. Il primo perchè da presidente del consiglio andò a fare la guerra senza passare dal parlamento. Il secondo perchè protagonista della vergognosa epurazione all’Unità con il conseguente soffocamento delle voci più critiche del suo Forum.

Poi proviamo pure Cofferati e la fotocopia delle macroaree leghiste.

Cos’abbiamo da perdere?

 

 

 

Aldo Vincent

GODERE CON LA LINGUA

Viaggio attraverso i neologismi dei nostri quotidiani

(Tu, invece, cos’avevi capito, porcellino?)

http://www.giornalismi.info/aldovincent

http://guide.dada.net/satira/

 

 

http://img292.imageshack.us/img292/8905/paparatzi2ui2.jpg

 

http://img517.imageshack.us/img517/6223/miucciapradazerbinochi0bz0.jpg

 

 

 

Powered by PhPeace 2.5.5