Gruppi di tematiche

Pistorius, ancora lui...

Vuoi vedere che Gian antonio Stella mi copia?
14 gennaio 2008 - Aldo Vincent

OZ PISTORIUS Pistorius


Ha il nome di un Alchimista ma è un atleta.
Vi ricorderete, parlammo di doping e della sua utilità ( si scherzava, naturalmente) e invece nulla che la mente possa pensare è poi impossibile da realizzare e infatti è arrivato questo disabile che ha addirittura la pretesa di gareggiare con atleti normodotati che protestano. Infatti – e la cosa è all’esame della federazione internazionale d’atletica – dicono che le protesi del giovane atleta gli darebbero un vantaggio. La cosa che fa sorridere (diciamo così) è che persino gli atleti delle paraolimpiadi protestano perché non vogliono che corra con gli handicappati, in quanto troppo veloce. In realtà queste due protesi di carbonio che lui chiama affettuosamente cheetahs (ghepardi)
secondo la definizione scientifica sono protesi elastiche ad alta restituzione d’energia che se mi permettete, vuol dire che se l’energia ce la mettete, ve la restituisce con un alto rendimento, se invece l’energia non ce l’avete, ciccia.
Non so se mi spiego.
Bene, tornando alla nostra primigenia provocazione, ci ritroviamo davanti ad una singolarità talmente rivoluzionaria da superare persino la scoperta dei buchi neri, ed è questa:
se si accertasse che le due protesi sono effettivamente vantaggiose per l’atleta perché impedirebbero la formazione di acido lattico nei suoi polpacci, e se la tecnologia perfezionasse la protesi fino ad ottenere una torsione come quella della caviglia per guadagnare secondi in curva, allora ci troveremo in futuro davanti a casi di atleti che per migliorare le proprie prestazioni, si faranno amputare i piedi.
Ehehehe

Appropò:

Il clamore di Oz ha fatto passare quasi inosservato un episodio avvenuto nello stesso Golden Gala di Roma. Ve lo riporto con parole mie:

PITKÄMÄKI
Atleta finlandese, ha lanciato il suo giavellotto a ottanta metri andando a colpire il saltatore in lungo Salin Sdiri mentre completava la sua prova con un ottimo 8metri e 06. il giavellotto gli si è conficcato nel fianco per ben 4 centimetri e l’atleta ha dovuto trascinarsi per una cinquantina di metri per essere soccorso.
Grazie al cielo nulla di grave, ma la federazione sta discutendo se assegnare il nuovo record mondiale (mt. 142,06) al fortunato lanciatore finlandese.
Ehehehehe

.............................................................................................................................................

DOVEVAMO BOMBARDARE AUSCHWITZ
Cronache piene delle lacrime di Bush in Israele, che io non sono riuscito a vedere in nessun filmato mandato in onda dalla CNN (che non ha mai parlato di lacrime) e nemmeno nelle fotografie messe on line dal corriere.
Ho visto Bush con lo sguardo perso nel vuoto, forse questo gli ha appannato la vista, un po’ come succede agli assonnati e ai “polli freddi” del dopo cocaina.
Vabbè,

Tra le altre cose ha dichiarato che per fermare Hitler, il personaggio storico a cui lui si avvicina di più, sarebbe stato buona cosa bombardare Auschwitz.

Un messaggio al nostro facoltoso Ministro degli Esteri:
Caro Massimo, non ti salti in mente, in qualche consesso internazionale, di accennare al fatto che in Sicilia ci abbiamo la Mafia, perchè quello non ci penserebbe un attimo a bombardare Palermo!

MINACCE A BERLUSCONI
Busta con pallottole a salve recapitate al Giornale che dimostrerebbero:

1 Che il Terrorismo è vivo e lotta contro noi
2 Che questa è la dimostrazione che il Cavaliere ha combattuto il terrorismo

A parte il fatto che a me risulta che l’ultimo attentato terroristico in Italia risale agli anni settanta ed era contro la compagnia di bandiera israeliana (Fiumicino, o sbaglio?) poi ci furono sei pellegrini sorpresi a Roma con una carta geografica che stavano cercando il pasto gratis della Caritas, e se proprio vogliamo parlare di terrorismo ci sarebbe il caso della CIA che ha rapito l’Imam.
Di che terrorismo italico stiamo parlando?

E poi, i terroristi che in Italia continuano a spedire pallottole e mortaretti, non sono una cosa seria. Quelli seri, le pallottole glieli impiantano nella testa come alla Bhutto e poi si fanno saltare.
Certo, rimane il rischio per Berlusconi, e vedrai che oltre alla cospicua pattuglia di Polizia e Carabinieri che affiancano le ottanta guardie private che gli stanno intorno, il gover4no previdente gli rafforzerà la scorta...
Boccaccia mia...

ROSA LOUISE PARKS
Quelli di Rifondazione Comunista dovrebbero tatuarselo sul quore, questo nome, altro che chiedere al VII Municipio di Roma autobus differenziati per bimbi “normali” e CD Rom!!

ANCORA RAMBO!!
Sylvester Stallone ha deciso di tornare con una storia forte:
Il protagonista, Rambo Sette o Otto non ricordo, getta alle ortiche la fascia Gibaud e costringe il suo medico ad operarlo di prostata.
Un successo!

Champagne


Aldo Vincent

Powered by PhPeace 2.5.5