Gruppi di tematiche

Phishing

28 maggio 2010 - Aldo Vincent

Vi ricordate i bei tempi del Web, quando vi scrivevano generosi benefattori che volevano allungarvi il pene?

 

Adesso vi insidiano tentando di estorcervi la password con notizie tipo “Hai vinto la lotteria!” oppure “Banco di Supralmonte ti stiamo chiudendo il conto” e poi scopri che chi ti scrive si chiama Abdullah, o Mabutu e vive in qualche sperduto villaggio africano... A me danno la stessa impressione come se qui a Santo Domingo incontrassi sulla spiaggia un locale che mi invitasse a scambiare i suoi specchietti e collane di conchiglie con i miei monili d’oro... Ahò, Baluba, guarda che questo scherzetto ve lo ha fatto Cristoforo Colombo cinquecento anni fa, e tu vieni a riproporlo a me?

Mah,

 

Insomma, sai come sono curioso, e seguendo le tracce di coloro che si sono lamentati perchè gli rubano l’identità, la password, o il numero della carta di credito, ho deciso di seguire uno di questi truffatorelli per vedere come si svolgono le cose e darvene testimonianza.

 

Ho messo tutto nei documenti allegati, comunque per sommi capi diciamo che mi scrive un certo signor Roland Marzolf, cittadino canadese residente in Costa d’Avorio in via delle tre noci di cocco (in italiano) ad Abidjan. Già il fatto che esista una via in italiano in una città madrelingua francese dovrebbe far riflettere. Mi pare un ottimo soggetto, mi vuole regalare quattro milioni di dollari e gli rispondo. Mi dà l’indirizzo del Notaio Renier con indirizzo elettronico francese che mi invita a mandargli i miei dati anagrafici e a sottoscrivere un atto con cui accetto la donazione.

 

Faccio un po’ di melina tanto per avere un’idea di cosa vogliono fare e da dove venga la truffa, poi dopo un paio di mesi di tergiversare finalmente arrivano al punto: per avere quattro milioni gli devo mandare duecento Euro!

Cari, piccoli africani! Tutto sto parapiglia e due mesi di corrispjndenza per duecento Euro. Ma andate a lavorare, fate meno fatica e guadagnate pure di più...

Ed io che mi credevo che fossero dei furbacchioni...

Comunque, per non cadere in tentazione nell’allegato ho lasciato gli indirizzi di questi disgraziati, così per evitare che magari qualche citrullo, senza volere, ci caschi...

 

Allegati

  • Roland Marzolf (80 Kb - Formato doc)
    Tutta la corrispondenza per il phishing
Powered by PhPeace 2.5.5