Gruppi di tematiche

Scene dalla sfilata del 20 Marzo 2010

21 marzo 2010 - Aldo Vincent

 Il Mago Otelma della Cazzata (copyright by Dagospia) è sceso in piazza...

BRUNETTA

Indossato il suo elmetto color chippendale d'ordinanza, $ilvio che ha sempre combattuto la piazza (infatti si presenta in pubblico con il parrucchino asfaltato) questa volta capovolge le regole e scende in piazza lui, contro chi?
Sì, perchè secondo me la cosa si ridDuce a questo: $ilvio se ne fotte di Bersani e della Sinistra, Lui è sceso in piazza contro Santoro...
O no?

Leggo sui commenti di Facebook: "Erano tanti, erano pochi, non erano più di 80.000..." che sottintende:"Quando le facciamo noi, queste cose siamo minimo..." che sembra quel gioco da bambini che facevamo per vedere chi l'aveva più lungo.
Il punto saliente, nella moderna comunicazione di massa e nell'antica arte della propaganda, non è il riempire le piazze ma nello specifico fare in modo che non ci siano vuoti nell'inquadratura che la sera Minzolini & Co. useranno per illustrare l'avvenimento.
E con questa tecnica fottere tutti con il minimo sforzo.
Capito come funziona?

Le Foto per contare quanti realmente fossero in piazza, le trovate qui:
http://lerane.wordpress.com/2010/03/20/berluscorteo-erano-88-740-contati-uno-per-uno/#comment-3602  
Anche qui sovvertite le regole che vogliono la polizia che ridimensiona sempre il numero dei manifestanti comunicati alla stampa dagli interessati. "Erano 100 ma secondo la polizia..." è una frase ricorrente che ieri è stata capovolta: forse erano 85.000, forse 90.
Sta di fatto che la polizia ne ha dichiarati 250.000 poi ridotti a 150.000. Com'è potuto succedere? Semplice, gli organizzatori (imbeccati da $ilvio il giorno prima:"Qualunque numero siamo noi di remo di essere un milione") hanno dichiarato l'iperbolica cifra di un milione di partecipanti, e la polizia si è adeguata...
Fenomeni di massa, appunto.


COME POLITICO è UNA FRANA, IMPEGNATISSIMO DA MANE A SERA, A CUCINARE I PROPRI AFFARI. MA QUANDO SI TRATTA DI FARE IL MIKEBONGIORNO DELLA PIAZZA POLITICA, IL PERON DEL POPULISMO RETORICO, IL MAGO OTELMA DELLE CAZZATE, NON LO AMMAZZA NESSUNO - ECCO IL VENDITORE-IMBONITORE DI PUBBLICITà TELEVISIVA CHE NASCONDE DENTRO DI Sé ESPLODERE E TRASFORMARE LA PIAZZA IN UNA CONVENTION DI CLIENTI PRONTI A TUTTO - SE LA PERFOMANCE DEL BANANA ERA DEGNA DEL MIGLIO BONGIORNO, QUELLA DI LARUSSA, AUTOTRASFORMATOSI IN PRESENTATORE, RICORDAVA IL 'GNAZIO DI FIORELLO

  santanche

santanchè

TRA LE FACCE DI GOMMA SI NOTAVA LA SANTANCHE'. NELLA SECONDA FOTO NON SI SENTE L'AUDIO, MA QUANDO TENTA DI SORRIDERE, SCOREGGIA...

Powered by PhPeace 2.5.5