Gruppi di tematiche

Mi ha scritto Bersani,

5 settembre 2009 - Aldo Vincent

 

Non Samuele il cantante o Massimo il fotografo, proprio Gian Luigi Bersani. Lui, l'unico. Mi ha scritto:

Cara iscritta, caro iscritto,

E già qui ci sarebbe da sobbalzare sulla sedia, se ne avessi una, perché io sono talmente Anarchico che non sono iscritto nemmeno agli Anarchici perché troppo individualista, figurati se mi sono iscritto ad un Partito che non è ancora partito ma che già manda circolari a falsi iscritti...
Vabbè, continuiamo. Dice:

in questi giorni il nostro congresso comincerà a vivere in tutti i
circoli. È il primo congresso del Pd, un congresso davvero fondativo.

Ma davvero, è il primo congresso? Miiii, con tutto questo chiacchiericcio, e dentro e fuori avevo come l'impressione che di congressi se ne fossero celebrati un casino...
Mah. Dice pure:

...Il compito dei candidati è quello di dire con chiarezza se ci sia
qualcosa da correggere di ciò che abbiamo fatto fin qui e che cosa ci
sia da correggere per guardare avanti e dare nuova forza al nostro
grande progetto...

Pierluì, che ti devo dire? Di quello che si è fatto fin qui non c'è nulla da correggere, ma ti pare? Il progetto veltroniano di spazzare via la Sinistra dal quadro politico italiano e di far rimontare a cavallo un Berlusconi ormai spacciato che passava le giornate a villa Certosa con veline sulle ginocchia, mi pare andato a buon fine.
Il Partito perde diecimila elettori al giorno, quattro milioni in un anno. Cosa ti vuoi inventare per accelerare il processo?
Voi avete fatto alla Sinistra quello che il meteorite ha fatto ai dinosauri provocandone la scomparsa: cosa volere di più?

Le candidature non sono contrapposizioni; sono diverse proposte che
si sottopongono agli iscritti e ai cittadini elettori.

Bravi, continuate a non sovrapporvi e soprattutto continuate a non esagerare con l'antiberlusconismo spinto (altra minchiata che viene da ancora più sinistra) e soprattutto cercate di stare lontano da quel fuori di testa di Di Pietro, che quello limita il dialogo con le forze dominanti del Belpaese...

Un partito, infatti, è una comunità di protagonisti.

Eh, lo so, il problema è che i protagonisti siete sempre quelli!
Insomma, Pierluigi, con tutto l'affetto, perché sei una persona per bene e non meriti di essere preso per il kulo (però, nemmeno tu, eh...). Facciamo così, io questa cosa la faccio girare, così come vuole la militanza più sfrenata, però ci allego un biglietto. Eccolo:


CARI AMICI, FRATELLI, COMPAGNI
(non so più come kazz ci chiamiamo)


vi ringrazio per la comunicazione che nel mio piccolo farò girare con il solito spirito che ormai accompagna le nostre vicende, e cioè remissivo e sconsolato.
Con tutto il rispetto per Bersani, che reputo una persona degna e quindi al di fuori da ogni mia critica che non vuole affatto essere personale, credo però che mentre il Titanic affonda noi siamo qui con l'orchestrina a mettere inutili schede dentro urne ammuffite.

Ci vuole una scossa, occorre qualcosa che non ce la puo' dare Bersani (fuori tempo Massimo, capiscimi ammè) e nemmeno Franceschini, fresco reduce dal ritiro spirituale. Pensate voi, che le cose nuove venute dal PD recentemente sarebbero Adinolfi, Marino e Serracchiani.
Vi rendete conto?

Vabbè, aspettiamo.
Ha da passà a nuttata, diceva quello.
Un abbraccio affettuoso.

Hasta la prossima pizzeria, sempre!

manganello


........\ | /
.......(@ @)
---o00-(_)-00o--------------
http://aldoelestorietese.dilucide.com

 

 

Powered by PhPeace 2.5.5