Gruppi di tematiche

Oliviero Beha presenta I NUOVI MOSTRI

(echissenefrega, direte voi, ma…)
6 giugno 2009 - Aldo Vincent

E vabbè poveraccio, (si fa per dire perché se la passa meglio dei minatori del Sulcis per esempio)
a lui le inchieste non le lasciano fare, e si arrangia come può scrivendo libri. Ma Travaglio? Cosa impedisce a Travaglio di pubblicare sull’Unità o Repubblica una bella inchiesta invece delle dieci righe che gli permettono poi di trovare il tempo per pubblicare l’inchiesta col suo editore? E le malefatte in Parlamento, perché Gianantonio Stella non ci fece una bella inchiestona invece che farci un libro?

 Oggi in libreria ci sono Gianluigi Nuzzi e le magagne finanziare del Vaticano, Loretta Napoleoni, e le vere ragioni della crisi economica mondiale, Stefania Limiti e L’Anello mancante, un nuovo servizio segreto dalle bombe alle BR, per non parlare di Saviano e il suo Gomorra che altro non è che un collage di articoli giornalistici che la grande stampa italiana rifiutava.

 

Insomma, qual è il perverso meccanismo che ha impedito ai giornali di fare le inchieste delegandole al Gabibbo e alla Galbanelli, permettendo ai giornalisti di diventare star televisive, facce conosciute dall’abitudine di fare il giro delle sette chiese per promuovere il loro ultimo capolavoro d’inchiesta? Perché i quotidiani devono essere pieni del pisellino di Topolinik, ex primo ministro non troppo c(i)eco, visti i topless di villa Certosa, mentre se voglio sapere perché Turani ha cannato TUTTE le previsioni economiche devo comprare un libro?

 

Avrete certamente capito, coniglietti miei, dove sto andando a parare.

Sono settimane che seguo stancamente Ezio Mauro e la sua Redazione che tallonano Berlusconi sul suo terreno: il ridicolo. Impresa difficile perché sul ridicolo il presdelcons ci ha costruito sopra un impero, ma è tanta la stima che ho in quel giornale, che ogni mattina raccolgo i miei testicoli sulla tastiera e vado a vedere le novità: Noemi qui, il padre là, non pagammo no, cornuti sono loro, rispondi alle domande…

Mentre in questo benedetto Belpaese lo sanno pure le pietre che il problema non è se Silvio ha consumato il jus primae noctis o se è andato in bianco come sempre, MA CHE COSA CI FACEVA REALMENTE A CASORIA quella notte!

 

Rosita Praga della vocedellevoci http://www.lavocedellevoci.it/inchieste1.php?id=211 ci ha scritto sopra un pezzo da manuale, che ha fatto il giro delle redazioni di tutta Europa. Allora mi chiedo: possibile che la Camorra sia diventata così forte da far mettere per quattro giorni sulle prime pagine di tutti i maggiori quotidiani italiani la presunta maternità della Tatangelo (che poi risultò essere un semplice ritardo mestruale) e a impedire che anche solo una colonnina di piombo da mettere là in fondo insieme ai necrologi, venga fusa nelle redazioni nazionali?

 

Possibile, chiedo io, che siamo arrivati a questo punto?

Mah

 

 

Appropò

 

 

Approfitto per lanciare un paio di messaggi nella bottiglia.

 

 

Mireya Beltran Rodriguez che mandava notizie sulla Colombia (ve le ho anche postate qualche volta) e le condizioni dei dissidenti, è da due settimane che non si fa viva. Speriamo non le sia successo nulla.

 

Iker Zirion veterinario di Medici Senza Frontiere che ci mandava resoconti sulla guerra del Congo, non si fa vivo ormai da Gennaio. Speriamo come sopra.

 

Colombia

I paramilitari colombiani continuano a uccidere la gente comune come e più di prima, smentendo Uribe. Parola di Amnesty International

http://it.peacereporter.net/articolo/16029/A+volte+ritornano

 

 

 

 

Io sto bene, e il giudice mi ha dato ragione.

Un abbraccio a tutti

Aldo Vincent

 

www.giornalismi.info/aldovincent

 

 

Powered by PhPeace 2.5.5