Gruppi di tematiche

Vorrei fare un test

ma non molto grande, un piccolo test. Praticamente un testicolo...
27 marzo 2009 - Aldo Vincent

 

Una presa per il Q.

Io vorrei proprio farlo, un sondaggio tra gli italiani per chieder loro:

“Vi sentite più presi per il Q quando il vostro amato presidente del consiglio si mette i cappellini da operaio e vi guarda dalle fotografie con quel sorrisino da venditore di Jaguar usate – quelli per intenderci, che glissano sulle valvole sfiatate e vi mostrano i vetri elettrici – oppure quando dichiara: “Questo non l’ho detto!” “Gira una bozza che non ho scritto io!” “Non lo sapevo!” “Non mi risulta”?

  Berlusconi cappellini

Oppure vi sentite presi per il Q quando i nostri parlamentari rendono pubblici i loro redditi o presi per il Q ancora di più dopo aver saputo che il vostro amato presidente del consiglio si è fatto liquidare una quota cash di 160 milioni da una delle sue aziende, (mentre i tre figli si sono divisi un milione a testa lasciando in cassa 111 milioncini), dichiarando poi al Fisco un decimo di quello che aveva dichiarato l’anno scorso?

 

Vorrei chidere loro: vi sentite presi per il Q quando Frattini dichiara reddito zero oppure quando Ciarrapico dichiara di non possedere immobili, lui proprietario di cliniche e giornali?

E gli avvocati difensori del Re, tutti seduti in Parlamento, con redditi attorno ai due milioni, e case e terreni e caicchi in Turchia, chi glieli compra?

E Gianni Letta, sempre nel buio del suo studio, lui che ha passato una vita nei quotidiani, da dove kazzo li prende un milione e mezzo che dichiara? E kikkazzo li legge i libri di Veltroni, se l’hanno scorso le royalties gli hanno permesso di comprare casa a Manhattan e quest’anno di dichiarare 477.000 Euro?

 

Ma veramente non vi sentite presi per i fondelli?

Allora leggete questa:

 

Agli italiani sono arrivate più di un milione e mezzo di cartelle esattoriali sbagliate. Sono state notificate in giro per l'Italia facendo impazzire i destinatari che si ritrovano all'improvviso con ipoteche sugli immobili, imposizioni fiscali su auto e moto, pignoramenti di stipendi o conti correnti bancari. Il tutto per rifarsi di sanzioni amministrative del Codice della Strada già prescritte o annullate con sentenza dai Giudici di pace, o tasse di smaltimento rifiuti richieste erroneamente ai proprietari piuttosto che agli affittuari.

 

E' l'incubo di molti, veder arrivare una busta verde con su scritto Gerit Equitalia Spa, una società per azioni istituita con la finalità di contribuire a realizzare una maggiore equità fiscale e l'ottimizzazione del rapporto con il contribuente.

Equità fiscale, avete capito?

E non vi sentite presi nemmeno un poco per il Q?

Evabbè, siete incorreggibili.

 

.. berlusconi cappelli

 

Un’ultima noterella, se c’è qualcuno che magari si domanda com’è possibile in una crisi cosi’ profonda che siano solo le aziende del Cavagliere a macinare profitti da capogiro.

 

http://www.repubblica.it/2009/03/sezioni/politica/g8-scienza/g8-scienza/g8-scienza.html

Il G8 della scienza a casa del premier
e l'Università della Libertà beffa Lucca

ROMA - Il G8 a casa sua. A metà strada tra la residenza di famiglia di Villa Belvedere a Macherio e l'alloggio-ufficio di Villa San Martino ad Arcore. A Lesmo, per l'esattezza, paesino da settemila anime nel cuore della Brianza, provincia di Milano (Monza da giugno), che in pochi conoscono ma presto familiare a tanti. Perché lì sorge quella villa Gernetto che proprio Silvio Berlusconi, pardon, la società Fininvest ha acquistato da Unicredit per 35 milioni di euro, l'anno scorso. Per farne cosa? L'Università del pensiero liberale, l'ateneo in cui il Cavaliere sogna di aprire a settembre per portarvi a insegnare da Bush ad Aznar, da Gorbaciov a Clinton. Come spot, un G8 non è male.
Ecco, Palazzo Chigi ha deciso - e fatto sapere attraverso il suo sito e quello ufficiale del summit - che si terrà lì, dal 25 al 28 giugno, il vertice della Scienza e della tecnologia, uno dei dieci in programma in Italia (quattro a Roma) collaterali al principale tra i premier alla Maddalena in luglio. Dunque, la riunione dei ministri dell'Università e della ricerca dei paesi più industrializzati si farà in uno degli immobili di lusso di Berlusconi.

 

 

http://laderiva.corriere.it/

400 milioni per il G8 del 2009. Quattro volte più di Genova

Scritto da: Sergio Rizzo alle 16:51


Non è uno scherzo: avete capito bene. Per il G8 in programma sull'Isola della Maddalena, dirimpetto a villa Certosa, residenza privata del premier, dall'8 al 10 luglio 2009 si spenderanno 400 milioni di euro. Quattrocento milioni, per intenderci, è l'entità dei tagli apportati dal governo di Silvio Berlusconi ai fondi per lo spettacolo e il cinema che metteranno in ginocchio un bel pezzo delle cultura italiana. Questa somma sarà spesa per le opere accessorie al vertice, come una nuova strada che collegherà Olbia a Sassari (ma che c'entra con il vertice?), i lavori per il palazzo della conferenza (58 milioni), l'hotel sede del vertice (59 milioni), la riconversione dell'ospedale militare (73 milioni) e perfino la rete fognaria dell'isola. Siccome il G8 è classificato come Grande evento, la sua gestione sarà curata dalla Protezione civile nella persona del commissario straordinario Guido Bertolaso, sottosegretario alla presidenza.

 

 

  berlusconi cappelli

 

LA SITUAZIONE MONDIALE È SERIA MA FORTUNATAMENTE NON DISPERATA

QUELLA ITALIANA È DISPERATA MA DISGRAZIATAMENTE NON È SERIA

 

http://aldoelestorietese.dilucide.com

 

Powered by PhPeace 2.5.5