Gruppi di tematiche

Una Faccia come il Q

4 marzo 2009 - Aldo Vincent

 

  oscar giannino

Oscar Giannino ha appreso con sgomento e dichiarato disgusto di essere stato indicato come vicedirettore in pectore per LIBERO quel giornalaccio indegno che meriterebbe di avvolgere l’insalata PRIMA di esser letto,  ha preso carta e penna ed ha scritto una lettera di rimostranze (guarda tu come va il mondo: invece di baciare la terra dove mettono i piedi i suoi padroni) che riproduco in parte:

 

Ma nel mio contratto è indicato espressamente che l'impegno era vincolato a realizzare e guidare LiberoMercato. Scritto nero sui bianco. Un giornale abbinato a Libero e diretto da me, come riportato su ogni numero di LiberoMercato prima che decidessero di chiuderlo sabato quando ho salutato i lettori, non è e non sono le pagine di economia di Libero, che saranno più apprezzate in quanto magistralmente dirette da altri. …

Mi spettano non vicedirezioni a dispetto, ma la fissa prevista dal contratto giornalistico.

 

 

Ora, a parte che se io fossi direttore di testata con comincerei mai e poi mai un periodo con il MA, ma l’avete letto tutto questo periodo? Vi pare scritto in Italiano? Mah, io non so, però, se lo lasciassero pure a casa senza la “fissa”  io non ci piangerei sopra…

ehehehe

 

CHE IO POI, QUESTI AIUTI…

…proprio non li capisco!

 

Cuba ha aperto il suo mercato alle auto private (quasi) e importa dalla Cina alcune utilitarie carine ed efficienti che costano 2.500 dollari. Leggo che con il contributo di 5.000 Euro dallo Stato, una Panda chiavi in mano costa ancora 10.000 Euro.

 

Ora, sfido chiunque a dimostrarmi che una utilitaria FIAT è migliore e meglio costruita di un’utilitaria cinese. E allora, perché buttare tutti questi soldi e invece non mettiamo sul mercato auto più economiche?

 

Sì, lo so. Adesso mi direte che il costo del lavoro, gli operai, i contributi, le ferie…

Eppure se leggete le memorie di Giovanni Agnelli, non l’Avvocato ma il nonno, che importò la catena di montaggio da Ford, apprenderete che la Balilla andava sul mercato a 15.000 lire e 10.000 erano il guadagno dell’azienda! Mentre la polizia caricava ai cancelli gli operai che scioperavano perché chiedevano le 48 ore settimanali…

 

Certo, altri tempi. Ma che cominciassero a tirare la cinghia loro, i padroni. Adesso.

O no?

 

RISARCIRE LUMUMBA

Una volta scagionato nel caso Meredith, chiede un risarcimento da brividi. Mah, non saprei, che se pure non gli venisse riconosciuto, certamente dopo il disagio, la pubblicità e la sua innocenza avranno fatto bene agli affari…

 

Sembra una moda, adesso pure Moggi, Gelli e udite udite quel colleone di Rizzoli Angelo vogliono rifarsi sullo Stato per i guai patiti.

Un vero Calvario, ha detto il piduista che a suo tempo sottrasse un’ottantina di miliardi dalle casse della Rizzoli, ( una bazzecola che guarda caso, un altro piduista ha fatto cancellare come reato).

E ringrazia che in Italia, non si trovano mai i chiodi, altro che…

 CULI DI FEBBRAIO QUI:

culi di febbraio

 http://aldoelestorietese.dilucide.com

 

Powered by PhPeace 2.5.5