Gruppi di tematiche

Non ho visto anno zero...

...pero' me lo hanno raccontato
17 gennaio 2009 - Aldo Vincent

 

NON HO VISTO ANNOZERO

Ma mi hanno raccontato di un ex parlamentare europeo, cacciato con un editto bulgaro che ha litigato con l’ex presidente della Rai che ha lasciato la trasmissione così come fece un piduista nella sua, e che è intervenuto il presidente della Rai eletto dopo essere stato in visita a casa del Presidente del Consiglio che ha chiesto alla vigilanza presieduta da uno eletto coi voti degli altri, dimissionato ma che non se ne vuole andare, che ha la solidarietà di un ex fascista che sta litigando con il padrone illegittimo della Mondadori per questioni di democrazia…

 

Il presidente del Senato, a detta di un pentito, eletto coi voti della Mafia, ha dichiarato che per la Mafia il Parlamento ha già fatto tutto quello che c’era da fare e noi siamo contenti che adesso si riposino…

 

 

PIU' COGLIONI CHE MOGGI
di Oliviero Beha

Evidentemente non mi sono fatto capire (ma c'è la registrazione della puntata per questo), oppure qualcuno non sa o non vuole capire. In entrambi i casi, ribadisco ciò che scrivo da anni mentre tutti coprivano Moggi e il sistema, ciò che dico al Tg 3 nei commenti, ciò che ho detto da Vespa: nel sistema calcio, faccia malata del Paese malato che intreccia tutte le sue facce, Moggi è giudicabile penalmente e sportivamente. Nel primo caso facciano i giudici, ma non per gloria mediatica bensì per ricerca della verità. Nel secondo giudicare Moggi (assolutamente corresponsabile della "malattia") prevede che chi lo giudichi non sia coinvolto. E invece le istituzioni sportivo/calcistiche, sia politiche che giudicanti, sono "malate" e "perverse" come e più di Moggi. Non parliamo della stampa. Questo significa assolvere Moggi? Ma allora vi state e mi state prendendo per il culo, partecipando alla recita in cui i galeazzi e i caprarica intesi come categoria stanno zitti fino a un momento prima e poi danno addosso al Moggi per pulirsi facilmente una coscienza che magari neppure hanno.
o.b.

http://www.italiopoli.it/

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Io, speriamo che Fidel Castro muore adesso

 

Di tutti gli eroi mummificati del secolo scorso, Lenin, Stalin, Mao, Ocimin, Papa Giovanni, il Fidel è rimasto l’ultimo che sebbene mummificato, respira ancora.

È fuori dai giochi politici e il fratello sta tentando timide riforme che a lui, leninista della prima ora, non piacerebbero certo.

L’Occidente e il Capitalismo si è avvoltolato in una crisi epocale. Quale miglior momento per tirare le gambette per un inguaribile visionario che per cinquant’anni non ha aspettato altro che questo momento?

Non sarebbe il momento migliore questo per andarsene in gloria?

Io penso di sì.

Per lui che non si attende il Paradiso, ci potrebbe essere un regalo migliore?

 

P.S: Il titolo “sgarruppato” è una poco dotta citazione

 

http://aldoelestorietese.dilucide.com

 

 

 

Commenti

2 commenti
Note:

http://aldoelestorietese.dilucide.com

Powered by PhPeace 2.5.5