Gruppi di tematiche

Salviamo Vittorio ARRIGONI !!

Si trova a Gaza ed è in pericolo di vita
15 gennaio 2009 - Aldo Vincent

 

Quale frequentatore dell’aggregatore Kilombo ho ricevuto da zinfarosa@katamail.com questo invito:

 

Cari Kilombisti,
come saprete il nostro collega Vittorio Arrigoni è in grave pericolo poiché per il suo impegno  nella striscia di Gaza è stato indicato come obiettivo da "sopprimere";

 

e l’invito ad attivarmi. Faccio un controllo rapido e scopro una cosa che ha dell’incredibile!

C’è un Sito criminale israeliano, questo: http://stoptheism.com/

che ha messo on line fotografie e notizie su alcuni operatori nella Striscia di Gaza INVITANDO AD UCCIDERLI!

 

Tra gli obiettivi c’è pure il nostro Vittorio Arrigoni che loro descrivono così:

 

VITTORIO ARRIGONI (nella foto sotto) è attualmente ASSISTENDO Hamas a Gaza

 

foto Vittorio Arrigoni



ARRIGONI È RIPETUTAMENTE stato deportato da Israele e fu deportato NON SOLO NEL 2005, MA L’ ULTIMO MESE DOPO INGRESSO IN GAZA ILEGALMENTE CON LA GAZA flottiglia (?). ERA stato catturato dai IDF NAVY e deportato, ma si è mostrato di nuovo a Gaza CON CON IL RiENTrato ISM pochi giorni più tardi con la GAZA flottiglia.

Ad ARRIGONI è stata assegnata una medaglia da Hamas ed è attualmente A FARE Il LAVORO di scudo umano per Hamas a Gaza. Si fornisce questa SUA FOTO SPERANDO CHE IDF PUO 'TROVARE LUI E sbarazzarsi di LUI PERMANENTEMENTE.

CUT


  Vittorio Arrigoni

Arrigoni, a sinistra, nel corso di una audizione di espulsione a Tel Aviv nel 2005). Arrigoni ha il suo sopracciglio sinistro trafitto e porta almeno un tatuaggio, e un disegno tatuato sulla sua spalla sinistra. L'IDF dovrebbe considerare lui come un collaboratore di Hamas e trattare lui non diversamente.

 

 

FORZA RAGAZZI, è arrivata l’ora di tirare fuori le unghie e di far girare questa mail a tutti compresi i giornalisti, intellettuali e diplomatici che conosciamo affinché il rumore della contro informazione costringa i giornali a pubblicare la notizia. E la Farnesina a non ignorare la cosa.

Dài, un piccolo sforzo, non dimenticate che non si tratta solamente di un italiano ma di ragazzi che rischiano la pelle per un ideale di Pace e di convivenza tra i popoli.

 

Teniamoci in contatto

 

Vincent

http://aldoelestorietese.dilucide.com

 

 

da http://www.politicaonline.net/forum/showthread.php?t=488361

Vittorio Arrigoni è il cooperante italiano residente a Gaza che in queste settimane sta fornendo testimonianze preziose su quanto sta avvenendo nella Striscia, sia attraverso il quotidiano Il Manifesto sia attraverso il suo blog. Per un sito, evidentemente criminale, che va immediatamente denunciato ed oscurato, che si intitola http://stoptheism.com, Vittorio Arrigoni è indicato come il bersaglio numero uno da uccidere. Avete capito bene, da uccidere. Di lui e di altri cooperanti, Jenny Linnel (bersaglio numero due) Ewa Jasiewicz, bersaglio numero 3, e una lista di altre persone, sono pubblicate foto e dettagli e segni particolari per poterli identificare e viene fornito perfino un numero di telefono negli Stati Uniti per poter segnalare all'esercito israeliano l'eventuale avvistamento e come poterli eliminare.
La Polizia postale e la Farnesina devono immediatamente attivarsi presso le autorità estere competenti perché chiunque si celi dietro il sito venga identificato e il sito oscurato. Ad una ricerca sul database del servizio Whois per il dominio in questione non è possibile ottenere alcuna informazione rilevante per identificare gli istigatori all'omicidio.

 

 

Note:

http://stoptheism.com

Powered by PhPeace 2.5.5