Gruppi di tematiche

Afghanistan

La differenza tra le palle e i coglioni
11 dicembre 2008 - Aldo Vincent

LE PALLE SONO QUELLE CHE CI RACCONTANO, I COGLIONI QUELLI CHE CI CREDONO

Guardatevi bene questa cartina:

afghanistan

La parte scura e’ il territorio in mano ai Talebani che nel 2008 e’ salito al 72 per cento.
non lasciatevi incantare dalle palle: stiamo perdendo la guerra. Punto.

I talebani, che solo un anno fa controllavano il 54 percento del territorio afgano, oggi ne controllano il 72 percento e circondano Kabul. Lo certifica il rapporto annuale del think-tank di politica internazionale Icos (ex Senlis Council), che fornisce analisi e statistiche a supporto delle operazioni Nato in Afghanistan.

Tra le province cadute in mano alla guerriglia anche quella ‘italiana’ di Herart

------------------------------------------------------------------------------------

Scritto in origine da Decima Regio
Spiacente doverTi contestare il gerundio (che perciò Ti ho sottolineato). La guerra è già stata persa , dalla coalizione dell'oppio , da almeno un anno. Consummatum est .

L'aveva capito persino il precedente Governo - tutti i miei conoscenti che erano dispiegati ivi con compiti non di combattimento (ispettorati di Polizia Militare, opere ingegneristiche di collaborazione internazionale,etc. ) son stati richiamati una decina di mesi fa . Tornerete giù? " Prestissimo, forse già il mese prossimo ". Tranne uno che è finito in Bosnia , stanno ancora tutti qui.

Ora è rimasta solo la fase penosa dello sterminio dei prigionieri intrappolati, che il valoroso Mullah Omar sembra aver deciso di operare per fame (da mesi, i camion che dal Pakistan attraversano il Kyber pass, per rifornire Kabul , vengono sistematicamente distrutti. dalla settimana scorsa glieli scassano pure a domicilio, dalle parti di Peshawar ). Non so come farà ( a Kabul, oltre ai narcotraficantes invasori, vivono 3 milioni di aghani , che dovran mangiare essi pure). Tuttavia, che flo arà -e presto - lo sa Karzaj , che sta trattando ( rectius cercando di trattare ) coi vincitori in tutti i modi, ostentando ingiunzioni di andarsene agi narcotraficantes U$raeliani.

Ovviamente , rammenta i fatti del 27 Settembre 1996 , quando il Mullah Omar , alla testa dei Mujhaeddin vittoriosi dopo ben 17 anni di cruenta guerriglia, fece irruzione vittorioso nella capitale.
Per prima cosa, andò a prelevare Najibullah (il Karzaj dei sovietici) nella sede dell'ambasciata ONU in cui si era nascosto (violando l'immunità diplomatica , è vero ... vabbhè, capita). Immediatamente si procedette alla di lui pubblica evirazione , e ad appenderlo con un gancio alla gola ad un lampione

Karzaj lo ricorda, poichè allora era accanto ad Omar , dalla parte dei Patrioti vittoriosi . Questa volta invece gli toccherà la parte - certamente , più scomoda -del .... protagonista Tratta , e si atteggia da nemico degli ameri-cani , per evitarlo , ma ...... il prezzo del tradimento , non sempre è saldato nel medesimo metallo.

Il traditore, talvolta riceve denarii d'argento, talaltra sicli aurei, ma a volte capita di restare con ganci d'acciaio.
Powered by PhPeace 2.5.5