Gruppi di tematiche

Il Santuario di Medjugorie è una truffa!

Clamoeoso dal Vaticano
2 novembre 2008 - Aldo Vincent

Il Santuario di Medjugorie è una truffa!

madonna che ride

I primi sospetti vennero alla commissione vaticana incaricata delle indagini che recatasi sul posto scoprì che la Madonna che appariva non era di Madjugorie ma una copia della Madonna di Lourdes proveniente dalla Cina!!

E pure i miracoli non apparivano autentici. Figuratevi che un paralitico che cadde in una piscina con tutta la sedia a rotelle, venne estratto e aveva LE GOMME NUOVE!
Le comiche di Charlot girate nel 1917 e dimenticate in sacrestia, adesso avevano il sonoro! Ma quel che è peggio, ad ogni apparizione la madonna chiedeva dove fosse finito quel sant’uomo di Milosevic.

Vabbè.

Aspettando qualche nuova apparizione, magari che la smettessero con queste madonne piangenti, che non è cosa. Che ci mandassero una madonna che ride, magari a crepapelle, tanto per tirarci su.

O meglio, perché non sollecitare i fedeli ad implorare la Madonna invece che apparire sempre a noi, che ormai abbiamo capito l’antifona, non la fa apparire chessò, a Bin Laden o a Gheddafi, tanto per cambiare un poco?
(Inutile farla apparire a Bushemino, primo perché tra una settimana non conta un kazzo, poi lui già parla direttamente con Dio, quindi…)

Per i nostalgici incorreggibili, mettiamo qui di seguito qualche fotografia della madonna.
madonna

madonna

ALDO VINCENT
LA SATIRA ON LINE
http://aldoelestorietese.dilucide.com

P.S.
La notizia è vera.

L'originale su www.dailymail.co.uk del 3 Sett. 08

Il Papa ha cominciato ad applicare misure severe nei confronti del piu’ grande santuario non autorizzato del mondo , sospendendo il prete che aveva affermato l’avvenuta apparizione della Vergine Maria per piu’ di 40.000 volte.

Benedetto XVI ha autorizzato severe misure cautelari e disciplinari contro Padre Tomislav Vlasic, ex “direttore spirituale” di sei bambini che affermarono di aver visto la Vergine Maria a Medjugorje in Bosnia.

Il padre francescano e’ stato sospeso dopo il suo rifiuto di cooperare per le accuse a lui rivolte di scandalosa immoralita’ sessuale “aggravata da motivazioni mistiche”.E’ anche stato accusato di “diffusione di una dubbia dottrina, manipolazione delle coscienze, misticismo sospetto e disobbedienza verso ordini emessi legittimamente”, ed e’ sospettato di eresia e scisma.

Padre Vlasic e’ stato una figura centrale nella promozione delle presunte apparizioni iniziate nel 1981 e continuate fino ad oggi. Nel 1984 si vanto’ con Papa Giovanni Paolo II di essere colui “che mediante la divina provvidenza guida i vedenti di Medjugoje”, i quali gli avevano persino riferito che la Vergine aveva comunicato loro che egli era un santo vivente.

Ma piu’ tardi i clerici bosniaci presero le distanze dal frate quando emerse che egli era il padre di un bambino avuto da una monaca chiamata sorella Rufina e che aveva rifiutato di lasciare il suo ordine per sposarla, implorandola invece di non riferire dell’accaduto. Padre Vlasic subito dopo si trasferi’ a Parma, in Italia, dove organizzo’ una comunita’ religiosa di uomini e di donne, chiamata Regina della Pace, dedicata alle apparizioni di Medjugorje.

Medjugorje divento’ il santuario cattolico non autorizzato piu’ visitato nel mondo, attraendo centinaia di migliaia di pellegrini ogni anno, inclusi molti provenienti dalla Gran Bretagna e dall’Irlanda.Ma i vescovi locali erano invece convinti che le apparizioni fossero false e nel 2006 protestarono direttamente con Papa Benedetto.

Inizio’ una indagine del Vaticano che mise in luce il ruolo di Padre Vlasic. Il prete e’ stato adesso sospeso dalla Congregazione per la Dottrina della Fede dopo il suo rifiuto di cooperare nell’inchiesta aperta sulla sua condotta e aver invece “giustificato il suo comportamento come derivante da una zelante attivita’ nel fondare comunita’ religiose e costruire chiese nell’area di Medjugorje.”

Il decreto che conferma la sua sospensione e’ stato firmato con l’approvazione del Papa dal Cardinal William Levada, capo della CDF, e Padre Jose Carballo, Capo dell’Ordine Minore dei Francescani. Esso confina Padre Vlasic in un monastero in Italia e gli proibisce di avere contatti con la comunita’ Regina della Pace o con i suoi avvocati senza permesso dei superiori. Gli e’ stato anche proibito di apparire in pubblico, di pregare, confessare e gli verra’ richiesto di dichiarare fedelta’ solenne alla fede cattolica. Il Vaticano ha avvertito Padre Vlasic che sara’ scomunicato se disobbedira’ a uno qualsiasi dei divieti.

Questo provvedimento e’ stato preso all’inizio dell’anno ma reso noto durante questa settimana dal Vescovo di Mostar, Ratko Peric, dietro richiesta del Vaticano , per rendere consapevoli I fedeli sullo status del prete.

Padre Vlasic e’ il secondo consigliere spirituale dei vedenti ad essere sospeso dal suo ministero. L’altro, Padre Jozo Zovko, fu sospeso dal Vescovo Peric nel 2004. La misura rappresenta un forte colpo ai milioni dei seguaci di Medjugorje di tutto il mondo che invece speravano che l’indagine del Vaticano avrebbe legittimato il santuario.

Agli inizi di questo anno il vescovo italiano Andrea Gemma dichiaro’ che le apparizioni di Medjugorje erano “opera del diavolo” e disse che “presto il Vaticano rivelera’ cose cosi’ esplosive da smascherare una volta per tutte coloro che stanno dietro questo inganno”.

Il fenomeno inizio’ il 25 giugno 1981 dopo che sei bambini – Mirjana Dragi_evi, Marija Pavlovi_, Vicka Ivankovi_, Ivan Dragi_evi, Ivanka IvanKovi e Jakov Colo, dissero a un prete di aver visto la Vergine su una collina vicino alla loro citta’

Tre commissioni formate dalla chiesa non furono in grado di trovare delle prove che confermassero tali apparizioni ed i Vescovi della ex Jugoslavia alla fine dichiararono che “non poteva essere confermato che le apparizioni riguardassero rivelazioni o fatti soprannaturali”.

Nel 1985 il Cardinal Joseph Ratzinger - ora Papa Benedetto – proibi’ i pellegrinaggi , ma il divieto fu largamente ignorato. Invece i vedenti si sono arricchiti a seguito di quanto da loro affermato, come pure la loro citta’, che si e’ sviluppata in seguito “alla marea d’oro portata dalle visite alla Madonna”.Alcuni di loro posseggono oggi eleganti case con giardini immacolati e doppio garage. Una di queste ha anche un campo da tennis. Sono anche proprietari di auto molto costose ed uno di loro, Ivan Dragicdevic, si e’ sposato con una reginetta di bellezza americana.

Powered by PhPeace 2.5.5