Gruppi di tematiche

fino al 10 ottobre 2008

Le notizie viste dal didietro

Le vignette, le foto, i lazzi e gli scazzi su:
http://aldoelestorietese.dilucide.com
11 ottobre 2008 - Aldo Vincent

ERRATA CORRIGE
Avevo commentato alla mia maniera questa notizia:

UNA (ennesima) SQUALLIDA STORIA RAI

Ricordate il notaio Baldini?
Era quello smerdato in diretta da Mara Venier per il quiz truccato di domenica In edizione 1997 e che compare imperterrito tutte le sere ai pacchi di Affari Tuoi.

È stato condannato a un anno di reclusione per falso ideologico (pena sospesa) e alcune dichiarazione di 'non doversi procedere' per intervenuta prescrizione del reato.
La parte ridicola della faccenda, è il fatto che e' stato condannato al risarcimento dei danni, da liquidarsi in separata sede, in favore di Rai.

È uscito su:

DAL MESSAGGERO
La posta dei lettori

Non è un notaio
Spettabile Redazione, il quotidiano di mercoledì 8 a pag. 13 ha dato la notizia della condanna di Umberto Baldini, per i brogli nel corso della trasmissione Domenica in, condotta da Mara Venier. Nel titolo e nel corpo della notizia il nome di Baldini viene associato alla qualifica di "notaio" o "ex notaio". E' doveroso precisare che Baldini, funzionario della Direzione regionale delle Entrate per il Lazio, non è e non è mai stato notaio.

Credo che la precisazione sia dovuta, per correttezza dell'informazione e a tutela della reputazione del notariato. Auspico adeguata rettifica. Cordialmente

Pietro Ciarletta
Notaio

----

Sembrerebbe una questione chiusa. E invece navigando navigando, cosa ho scoperto? Che non solo il Baldini non ' notaio, ma quando e' stato sospeso dalla Rai per lo scandalo del quiz truccato a Domenica In, SI E' FATTO SOSTITUIRE DA SUO FRATELLO GEMELLO!

Incredibile, nemmeno Marquez saprebbe scrivere una storia come questa...

Comunque rettifico la notizia che vi avevo dato perchè i Baldini sono DUE!!

--------------------------------------------------------------------------------------------

ADESSO MUORE FIDEL CASTRO!
Sto aspettando da un momento all’altro la ferale notizia.
Non per portare safiga, per carità, io sono uno che al Comandante porta rispetto eccome! Ma considerando che sono ormai cinquant’anni che va predicando il crollo del capitalismo specie americano, sono dieci anni che rifiuta di farsi pagare in dollari perché secondo Lui è carta straccia, credo che in questi giorni se ne stia attaccato al suo Internet (lui ce l’ha) e goda goda così tanto che tra poco schiatta.

E sarebbe la sua fortuna, perché da vecchio visionario sarebbe convinto di aver vinto la sua guerra.
Vecchio, fortunato, rivoluzionario.
La Storia sicuramente lo assolverà, e adesso gli dà pure ragione.
Requiescat

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Antonio Di Pietro, indossata la toga virtuale, fa l'elenco dei reati in cui è incappato Berlusconi con le sue dichiarazioni di oggi: "turbativa di mercato, aggiottaggio, abusiva attivita' finanziaria, abuso di informazioni privilegiate".
"di tutto un po'. Si e' messo a giocare con i risparmi degli italiani, invitandoli a correre verso alcune direzioni e non altre. Magari in direzione delle sue aziende".
Il commento è qui:
Aldo Vincent
SATIRA ON LINE
Le vignette sono qui:
http://www.aldoelestorietese.dilucide.com

10 ott ORE15:41
Crisi mercati: Berlusconi, "Si ipotizza chiusura dei mercati"
NAPOLI - "La crisi e' globale e serve una risposta globale. Si parla di una nuova Bretton Woods per scrivere nuove regole". Lo ha detto il premier Berlusconi aggiungendo che per scrivere queste nuove regole c'e' l'ipotesi "di sospendere i mercati per il tempo necessario". (Agr)
ansa
Berlusconi: e' ''una crisi nuova che non si puo' risolvere con metodi vecchi''. Il premier parla dell'ipotesi di una sospensione dei mercati europei, poi frena.

CORRIERE DELLA SERA:
ORE 17:15 ECONOMIAIl premier:
«Sospendere i mercati? Proposta mai formulata. È una voce che si raccoglie nei media.

RICORDATE QUESTA NOTIZIA?:
“Greggio a 140 dollari, ma non si vergogna?” e avevo messo la faccia dell’ignaro Ezio Greggio, tanto per scherzarci su…

Oggi esce questa:

Recessione, il petrolio non tira più:
greggio sotto gli 80 dollari
In meno di tre mesi il greggio ha perso circa il 40% del proprio valore rispetto alle contrattazioni record del luglio scorso, quando aveva toccato quota 147,27 dollari al barile.

bene, bravo, bis
non ci rimane che compiacercercine.
Ma la benzina, perché non scende?
Eh, signor Moratti, e la benzina?

--------------------------------------------------------------------------------------------------

IL PARERE DELL’ESPERTO
Giuseppe Turani su Repubblica:

E’ l’agosto di un anno fa, scoppia la crisi dei mutui subprime e le Borse di mezzo mondo crollano, nda) Ci sono stati dei danni, questo è sicuro. Ma anche dei vantaggi. (…) Il mercato, insomma, è stato ripulito. Certo, con un’operazione un po’ all’ingrosso, sbrigativa. Ma oggi il mercato è meglio di ieri. E forse comincia una stagione nuova e migliore. Il bello dei mercati finanziari è anche questo: svolte a 180 gradi in poche ore.
(Giuseppe Turani, giornalista economico ed editorialista dell’inserto di Repubblica “Affari e Finanza”; blog Giuseppeturani.repubblica.it; 20 Agosto 2007)

Il 2008 sarà l’anno del decoupling, l’anno del disaccoppia¬mento (…) In una parola, cambierà il mondo. (…) Ma che cosa accadrà esattamente? Succederà che l’America cesserà di essere il centro del mondo. In termini ancora più chiari e netti, si può dire che gli Stati Uniti si fermeranno mentre il resto del mondo proseguirà per la sua strada, come se a fermarsi fosse stata l’Albania e non l’economia più forte del pianeta.
(Giuseppe Turani; blog Giuseppeturani.repubblica.it, 10 dicembre 2007 )

(…) c’è da notare che, nella disgrazia, Wall Street si è comportata meglio delle Borse europee. Quando si cerca di capire il perché di questa differenza, si arriva al cuore del problema: le banche. (…) Le banche americane, come abbiamo visto nei mesi scorsi, hanno combinato disastri, ma hanno pagato e, soprattutto, hanno detto quasi tutta la verità (o, almeno, si spera). Quelle europee, invece, sono state molto zitte, ma in casa molte di loro avevano il morto.
(Giuseppe Turani; blog giuseppeturani.repubblica.it, 28 gennaio 2008 )

Dilaga tanto di quel pessimismo che si son dovute inventare addirittura parole nuove. Se fino a qual che tempo fa per annunciare tempi bui bastava l’espressione “recessione” (magari accompagnata da specifica¬zio¬ni tipo “come quella del ‘29”), di recente si è arrivati a parlare di “meltdown”, cioè di crollo totale, di fusione, di collasso dell’economia mondiale. (…) Sembra di capire, leggendo queste profezie, che il pessimismo ha preso la mano ai suoi stessi autori. Ogni tanto queste ondate autodistruttive partono e poi vanno avanti in modo autonomo. Qualcuno ricorderà quando ci fu il passaggio del¬l’an¬no 2000 e si sostenne che i computer di tutto il mondo sarebbero andati il tilt e che sarebbe successo il caos. Le maggiori aziende del mondo organizzarono turni di guardia con personale specializzato per aspettare la mezzanotte fatidica e intervenire. Alla fine, tutta quella gente si fece una buona birra e andò a dormire, visto che i computer non erano impazziti e che il mondo era andato avanti come prima. Oggi stiamo vivendo dentro una di quelle ondate.
(Giuseppe Turani; blog giuseppeturani.repubblica.it, 10 marzo 2008 )

E veniamo al nostro paese. Oggi i grandi centri di previsione asse¬gna¬no all’Italia una crescita 2008 pari allo 0,6-0,8 per cento. Una stima che è già meglio della recessione. Ma penso che, alla fine, si farà di meglio. La crescita 2008 potrebbe essere anche superiore all’1 per cento (per la cronaca, secondo le ultime stime del governo, il Pil italiano dovrebbe crescere dello 0,3% ; secondo l’Ocse dello o,1%, nda).
(Giuseppe Turani; blog Giuseppeturani.repubblica.it, 10 marzo 2008 )

E se avessimo esagerato un po’ tutti, con la storia della crisi (la più grande degli ultimi decenni, si era detto) e della recessione? Se, alla fine, tutto fosse meno tragico di come l’avevamo immaginato ancora due mesi fa? Non è detto, ma potrebbe anche accadere. D’altra parte, proprio in questi giorni non sta venendo fuori che il Pianeta, invece di correre verso un progressivo surriscaldamento, sta andando verso un raffreddamento?Con le previsioni è facile sbagliarsi. (…) E’ uno scenario, questo, troppo ottimista? Un po’ sì. E infatti non è detto che, alla fine, le cose andranno così. Ci sono ancora, come abbiamo visto, dei problemi. Ma è certo che oggi, sui mercati, si respira un’aria un po’ diversa. C’è la sensazione che forse non tutto è perduto e che qualcosa di questo disgraziato 2008 forse può essere recuperato. E che alla fine si dovrà fare i conti con una crescita più bassa, con mercati meno brillanti, ma con le strutture della finanza e dei mercati grosso modo intatte.
(Giuseppe Turani; blog giuseppeturani.repubblica.it, 6 maggio 2008 )

Se la finanza internazionale fosse una barca, si potrebbe dire che ci sarà da ballare ancora per un bel po’. Il crollo di questi giorni, con perdite che nel giro di una settimana si collocano fra il 3 e il 7 per cento, era stato previsto e annunciato. (…) Adesso, si può star sicuri che le Borse si riprenderanno, prima o poi. Di sicuro prima della fine dell’anno. E per almeno tre buone ragioni. (…) E quindi, visto che ci sono tutti questi elementi, non si sbaglia nel dire che (…) si risalirà. Non subito, ma si risalirà. E si correrà verso listini più umani e meno terrorizzanti (sfortuna vuole che: sette giorni, dopo è arrivato il crac di una delle prime banche del mondo, Lehman Brothers; le Borse sono crollate e sono ancora al tappeto, nda).
(Giuseppe Turani; blog giuseppeturani.repubblica.it, 8 settembre 2008 )

(Continuano la catena infinita di fallimenti e nazionalizzazioni delle banche, nda). Quale è il senso di tutto ciò? Significa che la crisi (…) minaccia di essere più complicata del previsto. I previsori ufficiali, quelli che studiano la congiuntu¬ra per mestiere, continuano a lanciare messaggi in fondo tranquillizzanti. Nel 2009, dicono, la crescita sarà di fatto inesistente, tanto in America quanto in Europa. Ma niente di più. Nelle loro tabelle non si vede un solo segno meno. Al massimo, spiegano, ci sarà qualche trimestre un po’ negativo. Insomma, va di moda la teoria della recessione breve. Una specie di starnuto congiunturale, e poi via, di nuovo. Ma sarà proprio così? Qualche isolato pensatore comincia a pensarla diversamente, e avanza qualche spunto di riflessione (…)
(Giuseppe Turani; blog giuseppeturani.repubblica.it, 7 ottobre 2008 )

LA TELA DI PENELOPE
Ricordate? La tesseva di giorno e disfaceva la notte. Come il Berlusca che non ha nemmeno finito di dire che i suoi ministri non devono andare in tivvù che tutti si precipitano davanti alle telecamere, che se prima ci andavano per dibattere, ora prudentemente…monologano.

È successo così in una delle tante invasioni dei barbari la ministra (per insufficienza di prove) Garfagna se n’è andata a Matrix a disfare la tela delle sue supposte
prestazioni amorose contenute in evaporate intercettazioni dove si ventila (queste supposte vanno ventilate, come le scoreggie) del Cialis del premier, e degli esercizi di flauto dolce per farlo irrigidire (non il premier che è già rigido di suo) e via pompando.

Colta da improvviso orgoglio ha rivendicato pure i meriti, tra i quali c’è il sudore della fronte (ci ha la fronte bassa, poverella) e la qualità del lavoro (sic) che l’ha portata a diventare ministra.
Già che c’era si è tolta un sassolino parlando del maschilismo imperante nella politica e in tivù, come se i calendari tutti tette e culo li avesse fatti in nome del femminismo imperante. Ma lasciamo perdere…

Nel medesimo tempo e su altri media, imperversava il suo datore di ministero con le fantastibrillanti imprese del fine settimana: volo a Parigi, ritorno a Milano poi a ballare fino alle sei del mattino, quindi festa del partito, poi discoteca e infine meeting a Berlino dove ha preso quel tremendo cazzotto in faccia dalla Merkel.
E fra le righe di questa performance, ha lasciato intendere di aver fatto l’amore per ben tre ore!
Qualcuno dei bene informati ha voluto aggiungere pure che il premier ne avrebbe fatte quasi quattro!
Ne ha fatta quasi una a Parigi, quasi un’altra a Milano, poi quasi una con la moglie e quasi un’altra in aereo.

Un fenomeno, dicevo.

Aldo Vincent
SATIRA ON LINE
Le vignette sono qui:
http://www.aldoelestorietese.dilucide.com

The Guardian:
http://www.guardian.co.uk/world/2008/oct/10/italy-comedy
SEXY-MODELLA DIVENTATA MINISTRO DENUNCIA ATTRICE PER UNA BATTUTA SU BERLUSCONI
(Per la serie: come ci vedono all'estero...)

La Magistratura apre un’inchiesta: Profumo di rapina a Banca armata? In pericolo pure lo IOR la banca del Vaticano. Potrebbe fallire?
Il Pastore tedesco: “Io zono trancwillo. Ze cade, risorge entro trre giorni”

“La mia coscienza mi vieta di condividere il connubio moralmente indecente, le parole e i giudizi di Berlusconi sulla sua relazione con Vladimir Vladimirovic Putin l’uomo accusato da Litivinenko di essere il mandante del suo omicidio. Ieri erano due anni dal giorno in cui anna Politkovska fu assassinata nel giorno del compleanno di Putin, per cadeaux.
Disagio? Molto di più: conflitto di coscienza, che sarebbe il conflitto d’interessi delle persone per bene. Ieri alla riunione dei suoi deputati Berlusconi ha superato se’ stesso paragonando il presidente Saakarvili a Saddam, soltanto per reggere il gioco al bandito internazionale.
Era troppo. Ho vomitato.”

Firmato Guzzanti.
Chi? Sabina?
Forse Corrado?

No, molto peggio. Saulle Guzzanti sulla strada di Damasco…

UNA (ennesima) SQUALLIDA STORIA RAI

Ricordate il notaio Baldini?
Era quello smerdato in diretta da Mara Venier per il quiz truccato di domenica In edizione 1997 e che compare imperterrito tutte le sere ai pacchi di Affari Tuoi.

È stato condannato a un anno di reclusione per falso ideologico (pena sospesa) e alcune dichiarazione di 'non doversi procedere' per intervenuta prescrizione del reato.
La parte ridicola della faccenda, è il fatto che e' stato condannato al risarcimento dei danni, da liquidarsi in separata sede, in favore di Rai.

Ora, visto che non è mai stato sospeso dal “servizio” questo signore (chiamiamolo così) che secondo i giudici:

' i nomi dei partecipanti al gioco erano stati estratti in base a sorteggio preventivo di abbonati presi a caso dagli elenchi telefonici d'Italia, che si era quindi proceduto all'inserimento dei nomi degli stessi in un'apposita urna e che dopo accurato rimescolamento si era dato inizio all'estrazione di venti abbonati', mentre 'il sorteggio non era avvenuto avendo Baldini gia' scelto tutti i nomi dei futuri vincitori, previ accordi conclusi con gli stessi'.

non dovrà far altro che concordare una specie di cessione del quinto dei suoi emolumenti e continuare imperterrito a controllare con notarile distacco, a FARE I PACCHI agli italiani, con AFFARI TUOI edizione 2008/09


------------------------------------------

INDOVINELLO:
Chi è il presidente della commissione trasporti e TlC della Camera?

Risposta:
Luca Barbareschi

Domanda:
Kekkazz’è un TIC della Camera?

Risposta
ICT è l'acronimo di Information and Communication Technology, (cioè Tecnologia dell'Informazione e della Comunicazione, TIC, in italiano).

Domanda
E cos’ha fatto Luca Barbareschi recentemente?

Risposta
Ha organizzato un convegno alla Camera, con l’intervento di ben tre ministri, del Presidente Fini, di Elia Valori e decine di giornalisti proprio sul tema dell’ ICT, e ne ha parlato – in un trafiletto – solo la Stampa

Un lampante esempio di efficiente comunicazione con le nuove tecnologie (ma pure con quelle vecchie ha fatto cilecca).

E’ bravino, ma non si applica.

Vuoi vedere che dobbiamo chiedere scusa a Ricucci?

Vi ricordo il suo excursus:

Gran figlio di un autista, lavora come cameriere, mentre segue un corso per odontotecnico. Diplomatosi, esercita a Roma mentre acquista e vende terreni agricoli e immobili nella capitale. Dice che comincio’ tutto con un terreno agricolo di famiglia tramutato all’italiana in edificabile che gli avrebbe dato il primo capitale.
Sorvoliamo.

Entra nel salotto buono della finanza italiana con 100 milioni di euro di plusvalenze in alcune grandi casseforti, come Hopa (1,4%), Banca Popolare di Lodi (0,9%), Reti Bancarie (1%), Investimenti Immobiliari Lombardi (0,4%) e Banca Valori (1%). Continuando con le speculazioni, giunge a detenere il 5% circa di Capitalia, venduta nel 2003 con un guadagno di 120 milioni di euro.

Tenta la scalata al Corriere ma i “Furbetti del quartierino” lo fanno fuori e lo mandano in galera.
La Falchi, sua seconda moglie, pienamente solidale con lui nel momento piu’ difficile dichiara: “Era un grande amore ma ormai l’ho speso tutto” e divorzia.

Ora ditemi voi, se è piu’ delinquente questo avventuriero che a noi non ha tolto UN CENTESIMO! o i signori Profumati (capiscimi ammè) che ci hanno messo con il culo per terra.

O no?

La signora Ricucci con le sue migliori interpretazioni l’ho messa qui:
http://aldoelestorietese.dilucide.com

Finalmente una buona notizia!
Macche’ Bosone, la fine del Mondo, la crisi economica, l’Alitalia. L’allarme “ATTENZIONE, I POOH SI RIPRODUCONO!” è finalmente rientrato. DJ Francesco è sotto gli occhi di tutti, il figlio del batterista è stonato e la Facchinetti pure Valentino (non quello delle moto) se n’è accorto.
I Pooh si riproducono ma i figli grazzzie a dio, sono come i genitori: non valgono un kazzo.
Meno male…

Come sono contento! Adesso con il finanziamento del Congresso le Banche americane riusciranno a ricostruire una piattaforma economica che sarà tetto e base per il nuovo sviluppo mondiale, come da foto qui:
http//:aldoelestorietese.dilucide.com

Piepoli 2 volte positivo all' EPO!

Lo dicevo io!
I suoi sondaggi non mi hanno mai convinto...

LA FOTO DEL DUCE È QUI:
http://aldoelestorietese.dilucide.com/

Powered by PhPeace 2.5.5