Gruppi di tematiche

La proprieta' transitiva di Berlusconi

La Cassazione si e' pronunciata...
15 giugno 2008 - Aldo Vincent

L’IRLANDA HA DETTO NO paolini


Stavo rimuginando sui risultati del referendum a cui ha partecipato il 40% della popolazione il cui 52% ha detto no.
832.000 no contro 450 milioni di Europei.
Ci dev’essere qualcosa di sbagliato nel manico, se questa minima percentuale puo’ fermare il processo di unificazione europea.
Pero’ qualcosa di sbagliato ci dev’essere anche in quelli che guardano con orrore al popolo che manifesta le proprie perplessita’ in un progetto che non comprende, o meglio che comprende solamente quando arrivano gli aiuti economici e si ricorda le radici celtiche quando si tratta di accettarne le regole.
Sembrano i leghisti delle nostre parti.

ASSALTO TALEBANO
C’è voluta un’autocisterna, quattro kamikaze, dieci razzi katiuscia per liberare un migliaio di detenuti a Kandhar.
Primitivi.
Noi ne liberiamo molti di piu’ con un tratto di penna su un decreto…

Appropo’

finalmente abbiamo il ddl che mette in galera i cronisti se pubblicano anticipazioni sulle indagini in corso.
Berlusconi: “Cosi’ torniamo ad essere un paese democratico…” e per illustrare meglio il concetto, ha messo per le strade 2.500 soldati a pattugliare le vie della nazione.
Come a Mosca, all’Avana, a Caracas, a Kandhar, a Baghdad, a….

LA PROPRIETA’ TRANSITIVA
Ve la ricordate? È quella cosa che se A è uguale a B e B è uguale a C, allora si puo’ legittimamente affermare che A è uguale a C.
Non nel caso di Berlusconi che nella sua magnipotenza è riuscito anche a violare le leggi della logica-matematica, oltre a quelle ordinarie della repubblica. Dice infatti la Cassazione che lo ha assolto in via definitiva nel processo SME/Ariosto dove, ricorderete, si pappo’ – grazie alla corruzione dei giudici – la Mondadori, e con una cordata fasulla sbocconcello’ la SME.
Dunque, cos’hanno detto i giudici?
Dicono che si’ i 500 milioni di lire bonificati da Previti a Squillante erano della Fininvest, che si’ Previti e Berlusconi hanno una tendenza alla corruzione, che si’ Squillante è un corrotto e lo dimostra il suo ingiustificato tenore di vita, che si’ l’Ariosto è attendibile anche se a distanza di anni ha qualche lacuna nel ricordare, che si’ i fatti sono avvenuti ma non si puo’ addebitare a Berlusconi la volonta’ di papparsi tutto illecitamente, visto che l’azione l’ha fatta il suo avvocato di fiducia e non si puo’ applicare la proprieta’ transitiva.

A questo punto è facile ricostruire come sono effettivamente andate le cose: Previti si presenta in amministrazione al Palazzo dei Cigni e dice all’impiegata: “Datemi 500 milioni che ci devo fare cose…” E l’impiegata glieli da’, senza che il Cavagliere Bitumato riuscisse a kazzocapire perche’ si pagano a Previti somme cosi’ consistenti senza uno straccio di giustificazione…
Adesso è tutto chiaro.

MORTI BIANCHE
Ancora fosca la cupa vicenda dell’impalcatura caduta in una notte oscura dove tre negri egiziani che lavoravano in nero in quella tenebrosa azienda, si sono schiantati al suolo, probabilmente per colpa loro.
Gli inquirenti vagano nel buio.

SENZA AGLIO
Illuminante cronaca delle nozze di Briatore, il matre a panse’ che ha fatto il militare a Cuneo.
Party alla Casina Valadier con 340 ospiti tra cui Pupo, la Venier, Mourinho, la Marini la Perego, Galliani e giu’ di li’. Pausa prima di andare al secondo party (per chi non avesse capito il primo) davanti alla televisione con Fede per vedere la Nazionale di calcio. Testimoni degli sposi: Fede Presta, Benetton. Regalo di nozze: tiara di diamanti e platino. Sposo in Tight e sposa con velo di sette metri di Cavalli…
Menu’ senza aglio in onore di Berlusconi (notoriamente un Vampiro) e tartare di salmone con julienne di finocchi, carote sedano risotto e verdure, fiori di zucca branzino e parmigiana di melanzane. Vini Ledaº 2006, Pinot nero 2005 e caffe’ miscela d’autore la stessa servita al Quirinale.
Un brivido…

TREMONTI AL MIELI
È successo qualcosa nei rapporti tra Mieli che pubblica foto sempre piu’ grandi di Tremonti quando questi esterna, e il ministro che non sa piu’ cosa esternare per avere la foto sempre piu’ grandi sul corriere.
Ieri per esempio da Osaka il Divo Giulio (ormai è lui l’erede di Belzebu’ Andreotti) ha detto:
“L’impoverimento del ceto medio ha una sola conseguenza: il fascismo!” e li’ si è fermato perche’ avrebbe potuto aggiungere:”Lo so ben io che mi trovo qui grazie alle elezioni vinte da Berlusconi, Fini e Lega” invece ha detto: “in questo contesto non è possibile un atteggiamento alla monaco…” e qui si sono scatenati storici e linguisti per andare a indovinare se si trattasse del tenore Mario del Monaco, che aveva atteggiamenti da divo o se fosse Monaco la citta’ del patto del 1938 da dove torno’ Chamberlain trionfante col suo pezzo di carta firmato da Hitler.

Secondo me invece, ha detto proprio monaco con la M minuscola. Monaco come il Savonarola che andava predicando l’ascetismo. E si riferiva a se stesso medesimo.

ALDO VINCENT
GODERE CON LA LINGUA
Viaggio attraverso i neologismi dei nostri quotidiani
(Tu, invece, cos’avevi capito, porcellino?)
http://www.giornalismi.info/aldovincent
http://guide.dada.net/satira/

Le vignette sono qui (speriamo):
http://www.flickr.com/photos/26199738@N04/?saved=1

Powered by PhPeace 2.5.5