Facebook SDK

Testata mamma
Abbonati a Mamma!

Gruppi di tematiche

carosellomenu

Matite

Carosello 250 x 250

  • stampa
  • segnala via email
  • Gplus Like

    Facebook Button

Dieci motivi per leggere GESU' - CRUCI FICTION TOUR

Un fumetto di Stefano Antonucci e Daniele Fabbri
18 settembre 2012 - Carlo Gubitosa

Copertina del fumetto "GESU'" di Stefano Antonucci e Daniele Fabbri

Ho appena letto Gesu - Cruci Fiction Tour, partorito dalla mente di Stefano Antonucci e Daniele Fabbri, giovani autori di fumetto e satira di belle speranze, e questa e' la mia prova su strada del loro parto letterario:
 
1) E' il fumetto piu' blasfemo che abbia mai letto, ed essendo a tiratura limitata un giorno varra' anche qualcosa.
 
2) E' un fumetto scritto e disegnato con passione, e la passione va sempre premiata.
 
3) E' anche stampato bene perche' Antonucci a queste cose ci tiene.
 
4) Ha delle punte di umorismo davvero notevoli.
 
5) La storia e' ben costruita e ha una sua struttura convincente.
 
6) Di solito Gesu' fa dei miracoli, ma in questo caso ha superpoteri che fanno impallidire quelli di qualunque  altro uomo in calzamaglia mai comparso sulle pagine di un fumetto. 
 
7) Da seguace del cristianesimo, questo fumetto e' una grande conferma per chi crede che Dio sia un gran burlone, d'altronde l'autoironia l'ha inventata lui e se nella sua onnipotenza ha dato a questi due tizi i talenti artistici per sfottere senza freni sia lui che suo figlio, vuol dire che sa davvero stare agli scherzi.
 
8) Scorre piacevolmente tra le mani, e quando lo hai divorato vorresti che la serie proseguisse con Budda, Maometto, Michael Jackson e altri grandi protagonisti della cultura pop.
 
9) In realta' non e' un fumetto su Gesu', ma un fumetto che ti fa capire il vuoto che si nasconde dietro la comicita' di plastica dei tormentoni, che non potra' mai avere la stessa liberta' di pensiero ed onesta' intellettuale dei comedian che si ispirano a Lenny Bruce, Bill Hicks, George Carlin, Eddie Izzard,  e altri grandi protagonisti di questo genere.
 
10) Entrambi sono amici miei, ma ne faccio menzione solamente in un punto su dieci perche' il restante 90% della mia valutazione non cambierebbe nemmeno se fossero degli illustri sconosciuti.

Se volete richiederne una copia vi batsa cliccare QUI. Nel frattempo sfogliatevi questa anteprima.

 

Se vuoi sostenere questo sito, Richiedi uno dei nostri libri e combatti con noi il degrado culturale.

Abbonati a Mamma!

Mamma! e' una rivista autoprodotta e diffusa solo su abbonamento.

I satiri, i fumettari e i giornalisti di Mamma! condividono un progetto ambiziosorealizzare la prima rivista italiana di giornalismo illustrato e satira d'inchiesta libera da Padroni, Pubblicita', Prestiti bancari e Partiti politici, le "quattro P" che inquinano e avvelenano l'informazione italiana.

Ma per raggiungere questo obiettivo non possiamo restare soli, e abbiamo bisogno del sostegno dei nostri lettori. Non vogliamo fare debiti, ne' chiedere soldi alle banche, ne' cercare finanziatori: faremo solo quello che riusciremo a permetterci, e i contenuti del nostro sito resteranno sempre e comunque gratuiti.

Per dare ali e carta alla nostra rivista c'e' bisogno di te. Se vuoi ricevere a casa un microabbonamento a tre numeri di Mamma! clicca sul pulsante qui sotto e abbonati utilizzando il servizio Paypal.

Tipo di iscrizione
Libro scelto ( solo per iscrizione "sostenitore")

Amici di Mamma!

Per essere aggiornato sulle nostre novita',
inserisci il tuo indirizzo email
e clicca su iscriviti:

Penne

Sito realizzato con il software libero PhPeace 2.5.7 di Francesco Iannuzzelli.
Salvo diversa indicazione, tutti i contenuti sono rilasciati con licenza Creative Commons by-nc-nd 3.0 Creative Commons License
Il sito Mamma.am e' il supplemento telematico della testata giornalistica Mamma! - Direttore responsabile Carlo Gubitosa
numero testata 130640 del Registro Operatori Comunicazione (ROC).