Facebook SDK

Testata mamma
Abbonati a Mamma!

Gruppi di tematiche

carosellomenu

Matite

Carosello 250 x 250

  • stampa
  • segnala via email
  • Gplus Like

    Facebook Button

Alberto Semenzato: c'e' chi lo considera un razzista, ma lui dichiara di essere solo cretino

Dieci domande su Facebook al vicesindaco di Mirano

Dice di essersi fatto rubare una chiavetta USB con password scritte in chiaro e che gli hanno appiccicato addosso un manifesto razzista senza che lui si accorgesse di niente: com'e' possibile essere cosi' fessi e amministrare una citta'?
2 settembre 2009 - Ulisse Acquaviva

Il profilo della Lega Nord Mirano prima della sua cancellazione. Si noti l'iscrizione ai gruppi Facebook intitolati "Zingari, fate come Ibra: Via dall'Italia anche voi!" o "El leon che magna el teron... in un sol bocon!!" o "Basta case popolari agli immigrati" o "Il papa vuole abolire i preservativi! Noi vogliamo abolire il papa" o "Societa' multirazziale? No grazie! Abbiamo 1000 anni di storia da difendere" o "2011: io non festeggio l'unita' d'Italia".

Gentile dott. Semenzato,

Non e' mia abitudine dare del cretino a chicchessia, ma se qualcuno dichiara apertamente di esserlo allora mi piace chiamare le cose con il loro nome.

Se ho ben capito la sua ricostruzione dei fatti, lei dice di essere stato talmente cretino da creare il profilo Facebook della Lega Nord Mirano, per poi farsi fregare una chiavetta USB contenente la password di quel profilo da qualcuno che ha pensato bene di appiccicarle addosso il manifesto satirico realizzato da Mauro Biani nel 2004 per prendere in giro il razzismo ignorante del suo partito. Visto che di questi tempi va di moda il gioco delle 10 domande, provo a fargliele anch'io:

1) Perche' non ha contattato gli amministratori di Facebook per resettare la sua password e riprendere il controllo di quel profilo?

2) Se ignorava che si potesse segnalare un furto di password, perche' non ha lanciato segnali di allarme, non ha provato a bloccare quel profilo, ne' ha fatto o detto qualcosa di diverso dal niente anche dopo che quel manifesto era finito sulle agenzie di stampa?

3) Perche' e' stato nell'ombra per diversi giorni senza dire che quel profilo era gestito da lei mentre in Italia scoppiava un putiferio, e ha deciso di fare outing solo dopo aver scoperto che il manifesto non era una espressione di orgoglio padano, ma una presa per il culo multietnica?

4) Perche' non ha avvisato Bossi padre e figlio, Boso e Cota che avevano aderito a un profilo manomesso da un hacker e i quattro personaggi in questione hanno ritirato la loro amicizia a quel profilo manomesso solo dopo essere stati sputtanati dai media?

5) Se lei non sapeva della loro adesione, mi spiega che cosa ha creato a fare quel profilo se poi lo ha lasciato abbandonato e senza controllo per diversi mesi?

I gruppi associati al profilo della Lega Nord Mirano

6) Perche' ha denunciato alla polizia postale solo l'inserimento del manifesto leghista sul suo profilo, e non ha detto nemmeno una parola sull'iscrizione del suo profilo ai gruppi Facebook intitolati "Zingari, fate come Ibra: Via dall'Italia anche voi!" o "El leon che magna el teron... in un sol bocon!!" o "Basta case popolari agli immigrati" o "Il papa vuole abolire i preservativi! Noi vogliamo abolire il papa" o "Societa' multirazziale? No grazie! Abbiamo 1000 anni di storia da difendere" o "2011: io non festeggio l'unita' d'Italia", tutti associati al profilo Facebook della Lega Nord Mirano? (l'elenco completo e' visualizzato nell'immagine qui accanto) A quei gruppi l'ha iscritta l'hacker o ci si e' iscritto lei? Se l'ha iscritta l'hacker, perche' non lo ha denunciato anche per queste manomissioni?

7) Per curiosita', qual era l'immagine associata a quel profilo prima che il cattivissimo hacker antileghista la sostituisse col manifesto taroccato da Biani?

8) Perche' non usa un programmino di gestione delle password per memorizzare le password nella sua chiavetta USB? Cosi' anche in caso di furto nessuno puo' accedere alle sue password.

9) Se non sa usare un programmino di gestione delle password, perche' non se le scrive su una agenda chiusa a chiave invece di metterle in chiaro su una chiavetta USB?

10) Piu' in generale, che cosa ne pensa delle tre leggi stigmatizzate da quel manifesto? E' contento che la legge Bossi Fini proibisca percorsi regolari di integrazioni diversi dalle sanatorie periodiche? E' contento che il suo partito abbia fatto ostruzionismo impedendo di approvare nel nostro paese una legge contro la tortura? E' contento che la legittima difesa sia stata trasformata dal suo partito in una licenza di uccidere senza essere obbligati a usare mezzi proporzionati all'offesa? 

 

Se vuoi sostenere questo sito, Richiedi uno dei nostri libri e combatti con noi il degrado culturale.

Abbonati a Mamma!

Mamma! e' una rivista autoprodotta e diffusa solo su abbonamento.

I satiri, i fumettari e i giornalisti di Mamma! condividono un progetto ambiziosorealizzare la prima rivista italiana di giornalismo illustrato e satira d'inchiesta libera da Padroni, Pubblicita', Prestiti bancari e Partiti politici, le "quattro P" che inquinano e avvelenano l'informazione italiana.

Ma per raggiungere questo obiettivo non possiamo restare soli, e abbiamo bisogno del sostegno dei nostri lettori. Non vogliamo fare debiti, ne' chiedere soldi alle banche, ne' cercare finanziatori: faremo solo quello che riusciremo a permetterci, e i contenuti del nostro sito resteranno sempre e comunque gratuiti.

Per dare ali e carta alla nostra rivista c'e' bisogno di te. Se vuoi ricevere a casa un microabbonamento a tre numeri di Mamma! clicca sul pulsante qui sotto e abbonati utilizzando il servizio Paypal.

Tipo di iscrizione
Libro scelto ( solo per iscrizione "sostenitore")

Amici di Mamma!

Per essere aggiornato sulle nostre novita',
inserisci il tuo indirizzo email
e clicca su iscriviti:

Penne

Sito realizzato con il software libero PhPeace 2.5.7 di Francesco Iannuzzelli.
Salvo diversa indicazione, tutti i contenuti sono rilasciati con licenza Creative Commons by-nc-nd 3.0 Creative Commons License
Il sito Mamma.am e' il supplemento telematico della testata giornalistica Mamma! - Direttore responsabile Carlo Gubitosa
numero testata 130640 del Registro Operatori Comunicazione (ROC).